Tintore

Tintore: varietà principe della sottozona Tramonti, dove resistono ancora diverse piante ultracentenarie a piede franco, allevate su pergolati. Come suggerisce il nome, è una varietà che dà vita a vini ricchi di colore, ma anche sostenuti da una spiccata acidità e da tannini estremamente saporiti, ovviamente quando raggiunge maturazioni ottimali. Viene raccolto tradizionalmente tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre; per molto tempo è stato descritto come un clone di aglianico e il processo per il riconoscimento di varietà a sé stante è stato lungo e travagliato, al punto che alcune aziende hanno scelto per un periodo di uscire dalla DOP per proporre i propri vini da tintore in purezza.