I rossi umbri

Il vitigno Sagrantino è riuscito a ridare visibilità all'Umbria, un'area enologicamente appannata, anche a causa dell'abbondante presenza di vitigni internazionali (soprattutto Merlot, assieme a Cabernet Sauvignon e Chardonnay). E anche i vini bianchi autoctoni sono in netta ripresa, grazie soprattutto ai felici risultati dell'uva Greghetto. Una regione da visitare per la bellezza dei paesaggi e dell'architettura religiosa, ma anche per i vigneti e le cantine.